Home I contenuti Blog Il rating e… la politica del gambero
Il rating e… la politica del gambero PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 13 Giugno 2011 08:25
Ormai siamo abituati a sentir parlare delle cosiddette agenzie di “rating” internazionali che periodicamente stilano delle vere e proprie pagelle sulle varie economie di stato.
 
Si fa un gran clamore ogni volta che un voto viene abbassato anche di pochissimo perché, essendo considerati, a torto o a ragione, degli indici molto importanti per la valutazione degli investimenti, qualsiasi variazione modifica l’appetibilità degli investitori e di fatto può spostare miliardi di euro da una parte all’altra del pianeta.
 
Applicando il concetto ad una dimensione molto più piccola e vicina a noi, possiamo dire che anche il nostro Comune è soggetto alle valutazioni di alcune agenzie di rating, soprattutto per quel che riguarda il Turismo. A questo proposito possiamo certamente essere soddisfatti per l’assegnazione della bandiera Blu 2011, specialmente dopo quello che è accaduto nell’Agosto del 2010 alla foce del Vibrata.
 
Non possiamo sicuramente esultare, invece, per la valutazione di Legambiente e del Touring Club Italiano che, nella loro annuale Guida Blu, attribuiscono a Martinsicuro una sola, misera vela.
 
E già perché nell’edizione del 2007, la Guida ci considerava la località migliore in Abruzzo insieme a Rocca San Giovanni attribuendoci ben 4 vele:
 
1 Giugno 2007 Comunicato Stampa:
Ecco le località premiate da Guida Blu 2007 di Legambiente e Touring Club Italiano.
Le migliori località abruzzesi sono Rocca San Giovanni e Martinsicuro premiate con le 4 Vele
 
Nel 2008 Martinsicuro conquistava comunque 3 vele:
 
Il comune chietino conquista 4 vele e si piazza in testa alla classifica delle località costiere abruzzesi seguita da altre 6 località con 3 vele: Ortona, San Vito Chetino, Vasto, Pineto, Roseto degli Abruzzi e Martinsicuro. Chiudono la classifica Torino di Sangro e Tortoreto con due vele e Alba Adriatica che ne ottiene una
 
Nel 2009 scendiamo mestamente a quota 2:
 
Tre vele vanno nel Teatino ad Ortona, San Vito Chietino e Vasto; nel Teramano a Roseto degli Abruzzi e Pineto; due vele a Torino di Sangro (Ch) e Martinsicuro (Te), mentre ad Alba Adriatica una vela.
 
Nel 2010 confermiamo 2 vele:
 
Sono dodici i centri balneari abruzzesi selezionati da Legambiente sulla base di dati raccolti sulle caratteristiche ambientali, sulla qualità dell’ospitalità e valutati dai circoli locali e dall’equipaggio di Goletta Verde. Rocca San Giovanni si conferma sul podio conquistando le 4 vele, seguita da Ortona, Pineto, Roseto, San Vito Chietino e Vasto con tre vele; Giulianova, Martinsicuro, Silvi, Torino di Sangro e Tortoreto con due vele; e Alba Adriatica con una vela. Ad esse si aggiunge anche la località balneare lacustre di Scanno, con 3 vele.
 
Quest’anno abbiamo toccato il minimo storico:
 
“Nessuna località è stata premiata con le cinque vele, ma ne sono state conferite 4 a Rocca San Giovanni, 3 a San Vito Chietino, Ortona, Pineto, Giulianova, Torino di Sangro, Vasto e Roseto degli Abruzzi, 2 a Silvi Marina, Tortoreto, Alba Adriatica ed una a Martinsicuro
 
 
Morale: siamo passati gradualmente dalle 4 vele del 2007 ad una sola del 2011 e questo dovrebbe essere fonte di preoccupazione per tutti, oltre a generare una profonda riflessione da parte dell’Assessore al Turismo e dell’Amministrazione tutta.
 
Proponiamo di seguito tre alternative sulle cause che possono aver determinato la retrocessione del prodotto Martinsicuro da parte delle nostre Agenzie di rating:
1) Inquinamento del Vibrata – Estate 2010 (non si capisce allora perché Alba Adriatica guadagna una vela mentre Martinsicuro la perde);
2) Legambiente e Touring Club sono "comunisti";
3) Le caratteristiche ambientali, la qualità dell’ospitalità, i servizi, le valutazioni dei circoli locali e di Goletta Verde sono peggiorati di molto.
 
Noi propendiamo per l’ipotesi numero 3 ma si sa, siamo disfattisti, quindi chiediamo all’attuale maggioranza di illustrarci quali sono a suo modo di vedere le cause di questa retrocessione e quali gli interventi che si ritengono opportuni per contrastare questa tendenza e cercare di invertirla fin da subito.

Ci auguriamo soltanto che l'Assessore al Turismo non ci risponda agitando la clava del Piano Marketing, di cui non si hanno notizie da tempi immemorabili o con le famose “squadre del verde".
 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autenticazione

Non è necessaria l'autenticazione per inserire i commenti alle pubblicazioni!



Cerca nel sito

Ultimi commenti

Blog casuale

Similitudini
Domenica 7 febbraio 2010 guardavo, su Rai 3, la trasmissione “Presa Diretta” che trattava un tema tanto attuale quanto importante: ACQUA RUBATA!

Mano a mano che gli argomenti si sviluppavano crescevano in me l’inquietudine e la rabbia e mi sono venute in mente alcune similitudini tra quello che stavo vedendo e la concessione del servizio d’illuminazione pubblica che la nostra amministrazione ha affidato ad un privato: la Publiluce.
Leggi tutto...

www.martinsicurocittattiva.it

Logo associazione Città Attiva Il sito internet dell'Associazione Città Attiva del Comune di Martinsicuro
"E' bello vivere per il proprio paese, ma è ancora più bello aiutare il proprio paese a vivere" J.F.Kennedy
Associazione Città Attiva - Sede in MARTINSICURO (TE), Via Venezia 27
web:http://www.martinsicurocittattiva.it email:direttivo@martinsicurocittattiva.it sms:3276190017

Visitatori on-line

 113 visitatori online